Camerino

Sisma, rimosse macerie pubbliche Marche

Quasi 490mila tonnellate di macerie pubbliche post sisma rimosse in 16 mesi, il 99% del materiale pubblico: il 99,9% è stato oggetto di recupero e il rimanente 0,1% avviato allo smaltimento. Sono dati di un resoconto illustrato in un incontro all'impianto Cosmari di Tolentino. A fine luglio erano oltre 208mila le tonnellate trattate in provincia di Macerata, oltre 272mila ad Ascoli Piceno, oltre 8mila a Fermo. Ad eccezione di Pescara del Tronto e Castelsantangelo sul Nera, che presentano peculiarità, entro il 2018 saranno rimosse le ulteriori macerie pubbliche che deriveranno da altre demolizioni. "Se confrontiamo il lavoro fatto - ha detto l'assessore regionale alla Protezione civile e Ambiente Angelo Sciapichetti, affiancato dal dirigente ufficio rifiuti Massimo Sbriscia e dal direttore Cosmari Giuseppe Giampaoli - con altri terremoti recenti, ad esempio con quello dell'Aquila, si capisce quanto virtuoso sia stato il modello che abbiamo predisposto per gestire il ciclo delle macerie".

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie